Porta Furba

L’arco di Porta Furba è il maggiore arco degli acquedotti fatti costruire da Papa Sisto V (Felice Peretti) ed è datato 1585. Sotto le sue volte scorre la Via Tuscolana, importante strada di comunicazione che collegava Roma alla campagna collegando l’area di Tor Fiscale con Via del Mandrione. Il Papa, nell’occasione, si ispirò agli antichi architetti romani che erano soliti erigere arcate monumentali nell’attraversamento di importanti vie di comunicazione. È costruito con blocchi di peperino, porta negli angoli le insegne araldiche papaline ed è valorizzato da due iscrizioni in latino una rivolta verso Roma:

SIXTUS V PONT. MAX. – PLURES TANDEM AQUARUM SCATURIGINES INVENTAS – IN UNUM COLLECTAS LOCUM SUB TERRANEO DUCTU – PER HUNC TRANSIRE ARCUM E SE FUNDATUM – CURAVIT AN MDLXXXV PONTIFIC. I;

l’altra verso la campagna:
SIXTUS V PONT. MAX. – QUO FONTIBUS RESTITUTIBUS – DESERTI URBIS INTERUM HABITARENTUR COLLES AQUAS UNDIQUE INVENIENDAS MANDAVIT – AD. MDLXXXV PONTIFIC. I.

Le chiavi di volta riproducono teste di leone che, come le cornici di imposta degli archi, sono in travertino. Il nome Furba molto probabilmente deriva dalla vicinanza degli antichi acquedotti che nel Medioevo presero il nome ad formas. Altra versione, meno accreditata, riconduce l’origine ai frequenti atti di brigantaggio che avvenivano in quella zona (dal latino fur=ladro). Più recentemente questo territorio è stato campo di sosta della divisione del Generale Angioletti che nel 1870 ha sferrato l’attacco a Porta Pia.

La Via Latina è la “sorella maggiore” della Via Appia Antica: l’origine del suo tracciato risale all’epoca pre-romana e tutto il suo percorso, da Roma a Capua (dove le due strade si ricongiungevano) attraverso i Colli Albani e la Valle Latina, presenta un patrimonio storico-archeologico ricchissimo e in gran parte ancora da indagare.

Ultime  News Pubblicate

Gli Acquedotti

Gli Acquedotti

Autorevoli esperti hanno recentemente dichiarato che gli acquedotti romani sarebbero secondi, come importanza monumentale, solo al Colosseo. Nell’area di Tor Fiscale si trovano i resti di 6 acquedotti di epoca romana oltre all’acquedotto Felice di età rinascimentale...

Torre del Fiscale

Torre del Fiscale

In base alla tecnica costruttiva, la torre dovrebbe risalire al XIII secolo. In questo senso, i dati architettonici sono coerenti con le fonti archivistiche; infatti, il primo ricordo della torre cade nell’anno 1277, quando Riccardo Annibaldi cedette a Giovanni del...

Cinema Maestoso

Cinema Maestoso

Riccardo Morandi progettò e realizzò negli anni della crescita urbanistica del secondo dopoguerra un edificio polifunzionale, che ospita negozi, magazzini, case e un imponente cinema. Oggi il cinema è in totale abbandono e cosi le strutture commerciali, sembra in...

Parco delle Tombe latine

Parco delle Tombe latine

Al III miglio della via Latina, tra il 1857 e il 1858 ad opera di un cittadino appassionato di archeologia, Lorenzo Fortunati, si riportano alla luce i resti archeologici di un tratto considerevole di questa strada, i sepolcri con le splendide decorazioni e i resti...

Parco di Tor Fiscale

Parco di Tor Fiscale

LA TORRE DEL FISCALE Parco Protetto dal Ministero per i beni culturali Soprintendenza Archeologica di Stato, dalle Sovrintendenze Comunali ed inserito nel Parco Regionale dell’Appia Antica, il territorio di Tor Fiscale, ricco di resti storici, oltre a 6 acquedotti...

PERCORSI TEMATICI